WHERE? OSSIMORO

Torino è una città ricca di storia e di cultura, ancora oggi disseminata di opere ed edifici che risalgono ad epoche molto lontane e significative per l’evoluzione storica del nostro Paese. 

L'Associazione Culturale Ossimoro ha la propria sede espositiva, nel pieno centro artistico-culturale di Torino, nel quartiere dei musei, delle gallerie e di numerose fondazioni artistiche, a pochi passi da p.zza Savoia e via Garibaldi, con vista sul Santuario della Consolata.

Il Santuario della Consolata, anche conosciuto  con il nome di Chiesa di Santa Maria della Consolazione, è un’affascinante struttura risalente all’epoca paleocristiana, periodo in cui una modesta chiesa dedicata al culto cristiano di Sant’Andrea fu costruita sui resti di un precedente tempio dedicato a culti pagani.

Dal V secolo in poi, questo luogo di culto e l’area circostante hanno continuato a crescere assumendo sempre più importanza per la popolazione del posto, tanto che la chiesetta fu poi ampliata fino a diventare, nel corso del XI secolo, una vera e propria Abbazia.

Alla Chiesa della Consolata, legata al culto della Vergine è anche legata la storia dell’icona della Vergine, che dopo varie vicende che la videro apparire e scomparire nel corso degli anni, fu ritrovata definitivamente il 20 giugno del 1104. La leggenda narra che ad un certo Giovanni Ravacchio, un cieco proveniente da Briançon, fu rivelata in sogno l’ubicazione di un’immagine raffigurante la Madonna. Una volta recuperata l’icona, l’uomo avrebbe recuperato la vista!

 L’icona è ancora oggi presente all’interno della cripta di questo santuario, ma non si tratta dell’originale come si credeva, bensì, come fu scoperto nel XIX secolo, di una copia fatta dall’artista Antoniazzo Romano e portata a Torino dal cardinale Della rovere.

Il Quadrilatero romano: il gruppo di vie strette e lastricate racchiuse nel cosiddetto Quadrilatero composto dalle vie Santa Teresa, via della Consolata, corso Regina e via XX Settembre, era anticamente il castrum dell'antica città romana Augusta Taurinorum.

Le piccole vie che compongono il quartiere di giorno sono piene di botteghe, negozi ed antichi palazzi splendidamente ristrutturati, ma anche di caratteristici dehors, piccoli locali con uno spazio esterno dove è possibile consumare un pasto veloce e a poco prezzo.

E' di notte però che il Quadrilatero romano ha assunto un ruolo ormai predonimante sulla scena cittadina, diventando uno degli epicentri assoluti della movida torinese. Scorrendo i numerosi locali presenti c'è solo l'imbarazzo della scelta, tra tipiche trattorie dove cenare e frequentatissimi pub dove fermarsi a bere qualcosa fino a tarda notte.

la consolata

la consolata

la consolata