OSSIMORO ART GALLERY con il Patrocinio della Regione Piemonte e della città di Torino, organizza una mostra collettiva di arte contemporanea per il centenario della morte di Amedeo Modigliani  (1920 -2020) dal titolo:

“Gli occhi, i colori dell’anima” - Les Yeux, les Couleurs de l’Âme –

Amedeo Clemente Modigliani, simbolo dell’artista Bohèmien, con la sua pittura basata sul disegno lineare e la purezza arcaica delle sue sculture, è uno dei più grandi artisti del ventesimo secolo. Le sue opere si riconoscono facilmente per i colli lunghi ed affusolati, i volti stilizzati e il suo modo “unico” di rappresentare gli occhi, spesso allungati, bui o piuttosto vitrei, ma non si ha mai l’impressione che le sue figure non abbiano uno sguardo.
Un’interpretazione data a questa sua peculiarità pittorica racconterebbe come Modigliani non dipingesse mai gli occhi delle sue modelle, almeno finché non fosse in grado di capirne l’animo.

Le opere selezionate per la mostra celebrativa del centesimo anniversario della morte di Modì, saranno interpretazioni personali della figura umana con modi, stili e materiali attuali e personali per ciascun artista.
Un insieme di lavori che  voglio essere un’esaltazione della figura umana, per celebrare le declinazioni e l’attitudine personale di ciascun artista, dalla bellezza nella perizia tecnica pittorica del passato, alla riflessione sulle metamorfosi del diverso sentire dell’arte contemporanea.

Espongono: Gerardina Aiello, Carlo Cammarota, Nadia Canevaro, Daniela De Luca
Ernesto Fava, Elena Giannuzzo, Giovanni  Mangia, Mario Menardi, Simona Morlacchetti, Nicoletta Nava, Plagio, Silvia Rege Cambrin, Gianni Tacconella, Antida Tammaro,Roberta Turnu.           

Presso Ossimoro Art Gallery Via Carlo Ignazio Giulio 6 10122 Torino­­­­

dall’ 11 a 31 Gennaio al 2020  Ingresso libero
la mostra sarà visitabile con ingresso libero dal lunedi al venerdì dalle 14 alle 19

Inaugurazione Sabato 11 Gennaio 2020  dalle 18,30 alle 21,30 Ingresso libero


Per maggiori  informazioni: ossimoro.art@gmail.com
Curatrice della mostra: Cinzia Sauli

 

Quadro paesaggi