Ossimoro Art Gallery centro espositivo permanente dell’Associazione Culturale Ossimoro, ospita la mostra di arte visiva dal titolo:

Space Oddity: tra scienza e immaginazione
 
a cura di Margaret Sgarra

“Non so nulla con certezza, ma la vista delle stelle mi fa sognare.”
Vincent Van Gogh

L’Universo, nella sua immensità, è da sempre una realtà che affascina ed emoziona l’essere umano. Le stelle, i pianeti e le galassie, sono elementi che vengono spesso associati a sentimenti di meraviglia e di stupore. Si tratta di qualcosa di complesso, misterioso, a tratti imperscrutabile. Gli esseri umani hanno sempre percepito nell’Universo qualcosa di inafferrabile e, allo stesso tempo, magico, capace di trasportare in una dimensione onirica e di evasione.
La curiosità dell’essere umano verso i misteri dell’Universo, il tentativo di dare una spiegazione ai fenomeni che si verificano oltre la nostra atmosfera, ha portato ad accelerare il progresso scientifico e ha anche stimolato la fantasia e l’immaginazione di artiste e artisti (musica, pittura, letteratura, ecc.).
Lo Spazio, infatti, può essere inteso come il luogo da indagare per conoscere l’origine della nostra esistenza o come realtà parallela a quella che conosciamo; come luogo di evasione o come meta degli obiettivi della scienza del futuro.
La mostra “Space Oddity: tra scienza e immaginazione” vuole essere una riflessione sulla percezione di questa tematica attraverso opere d’arte di artiste e artisti contemporanei.


Inaugurazione mercoledì 21 settembre dalle 18,30 alle 21,00 durante la serata presentazione critica a cura di Margaret Sgarra

Mostra visitabile dal 22 al 28 settembre 2022
dal lunedì al venerdì dalle 15,00 alle 19,00

Presso Ossimoro Art Gallery Via Carlo Ignazio Giulio 6 10122 Torino
Ingresso libero gratuito