La Ossimoro Art Gallery è lieta di presentare “MESSAGGI OLTRE LA SOGLIA”, la mostra personale dell’artista Cinzia Sauli, nelle sale della galleria, nel pieno centro artistico e culturale di Torino.

La mostra si propone di essere non solo arte visiva, ma anche interattiva e multisensoriale; odori, suoni, poesie e video accompagneranno alcune delle opere in mostra.

L’arte di Cinzia Sauli elabora da sempre, i concetti interiori della vita e dell’esistenza umana, emozioni universali per questo condivise e coinvolgenti, attraverso un linguaggio espressivo primordiale, di simboli e segni, evocativo e d' immediata lettura.

Attraverso connessioni, fusioni, armonie tra materiali diversi, come il rame, il fil di ferro ed oggetti di recupero, sa imprimere impronte profonde nella coscienza dei suoi fruitori.
La scelta quasi monocromatica accentua la dimensione onirica e della memoria; una memoria che l’artista vuole come invito ad uscire dal torpore per iniziare ad agire.
La Sauli mette in scena non solo arte, ma anche elementi tecnologici per attirare gli utenti nel suo mondo e far arrivare il suo “MESSAGGIO”.

La tematica trattata in questa sua mostra riguarda le scelte e l'introspezione, il guardare dentro di sé, nei dettagli di ciò che ci circonda, oltre la soglia della realtà, per riuscire a leggere quei messaggi che noi stessi ci mandiamo.

Un brivido, un calore, un leggero soffio sulle guance, un numero che si ripete, una piuma, la nostra voce interiore…
Un messaggio subliminale è un segnale che si avverte al di sotto dei normali limiti della percezione, oltre la soglia della nostra coscienza, sensazioni a volte troppo deboli per essere avvertite.
Tutti abbiamo percezioni. La differenza risiede nella nostra capacità di riconoscerle, di non farci influenzare dal rumore esterno o dalla troppa razionalità. Ascoltare consapevolmente la nostra voce interiore.

Quando siamo spontaneamente in ascolto di noi stessi e “vediamo” con chiarezza la connessione intrinseca tra le cose, troviamo il “senso” di chi siamo e della direzione da seguire.

“La mente intuitiva è un regalo sacro e la mente razionale è un servitore fedele. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il regalo” (Albert Einstein).

L’inconscio parla una lingua che dobbiamo imparare a conoscere e riconoscere.
I sogni, i lapsus, gli atti mancati, sono messaggi che l’inconscio manda continuamente chiedendoci di essere ascoltato, ci indica quali sono le cose da correggere e qual è la via giusta da percorrere.

"Un pensiero silenzioso, sottotraccia, una specie di intuizione nella testa.
Quel messaggio silenzioso che si concretizza in una sorta d’ idea, di possibilità, l'eventualità remota nella mente.
Inizi a scorgerne i riscontri qui e là, fino a quando il messaggio diventa sempre più denso, più intenso.
Quando la vita deve portarti un messaggio quello arriva, sta a noi leggerlo il prima possibile.
Quando ignori un’intuizione, stai ignorando un messaggio che è parte di te e del tuo vissuto.“
(Sauli Cinzia)

Inaugurazione con brindisi domenica 4 dicembre 18,00 alle 21,00
Durante la serata presentazione critica a cura di Ilaria Garofano

Mostra personale di arte contemporanea dal 5 al 22 dicembre 2022
Visitabile dal lunedì al venerdì dalle 15,00 alle 19,00 (esclusi festivi)
Aperture serali il mercoledì e il venerdì dalle 20,00 alle 22,00
È consigliato avere uno smartphone e delle audio cuffie personali

Ossimoro Art Gallery Via Carlo Ignazio Giulio 6/B 10122 Torino
Ingresso libero gratuito

NOTA BIOGRAFICA
Da sempre creativa, fin da giovanissima sogna di poter vivere di arte, studia dalla danza, alla musica, dalla pittura, all’arte digitale, applicandosi in ogni ambito...
I suoi studi influenzati dalla contemporaneità deviano verso l’informatica, acquisendo conoscenze anche nell’ambito della Programmazione, della Grafica e del Digital Design.
I viaggi in paesi esotici, affrontati da ragazza, dall’Asia, all’Africa, la portano ad avere una prima produzione pittorica fatta di soggetti etnici stilizzati che rappresentano il suo sguardo verso gli aspetti fondamentali e quotidiani della vita, che ritrae in modo semplice non proporzionato o rifinito, ma con la creatività di unire alla semplice pittura i più svariati materiali: fissativi cementizi, cartone, polistirolo, sughero, fil di rame o ferro, rafia, corda o qualsiasi altro elemento che dia contrasto materico e fluidità alle sue opere .
Dopo il matrimonio e la maternità, a seguito di una maturazione emotiva, crea quadri più contemporanei, a volte informali, spesso definiti concettuali, anche in grafica o partendo dalla fotografia, con una risultante sempre materica e quasi monocromatica.
Protagonista indiscussa del lavoro dell’artista Cinzia Sauli è sempre la donna,  l’anima di ogni società, la madre, la moglie, la lavoratrice, che si racconta in singole immagini, con soggetti che trattano tematiche profonde che riguardano la realtà che ci circonda, l’intimità e dolore psico-fisico e le difficoltà sociali.
Fino al 2010 partecipa a numerose mostre collettive in Italia e all’estero.
Perseguendo i suoi sogni e la sua passione per l’arte, dal 2011 apre la propria galleria in San Raffaele Cimena (To) in cui organizza come direttore artistico e curatore mostre collettive e personali. Dal 2018 è direttore artistico della Ossimoro Art Gallery con sede espositiva permanente in centro a Torino.

 

www.saulicinzia.it