ELENA GIANNUZZO

Insegnante Pianoforte

ELENA GIANNUZZO

Per Elena, l'approccio alla sua Arte, è una completa e totale libertà d'espressione. "La mia Arte rappresenta la mia voce, la mia passione, la fonte di tutto ciò che sono e di tutto ciò che sento e percepisco. Rappresenta la mia anima senza filtri". Musicista per professione, dipinge da sempre, i colori sono sempre stati, per lei, un rifugio, un mondo senza regole e senza limiti. Non ha mai pensato di creare pezzi d'arte, ma ha sempre considerato questo genere di linguaggio, un potente canale energetico, una sorta di interconnessione spirituale tra il suo mondo interiore e la sua percezione della realtà.

Diplomata in pianoforte con il massimo dei voti presso il Conservatorio “A.Boito” di Parma nel 1988. Alla sua formazione hanno contribuito Vera Drenkova, Alexei Nasedkin, Lev Naumov, Pier Narciso Masi. Ha approfondito lo studio dell’interpretazione musicale seguendo numerosi stages di Sergiu Celibidache a Monaco di Baviera e a Mainz.

Ha suonato come solista ed in formazioni da camera in tutta Italia, in Germania, in Grecia, nella ex Jugoslavia, in Messico.

Si ‘ dedicata anche allo studio del clavicembalo con il quale ha più volte eseguito il Concerto Brandeburghese n.5 di Bach.

Primo premio assoluto nei concorsi internazionali di Albenga, Bardolino, Tortona ed Alassio. E’ stata premiata anche nei concorsi di Osimo, Firenze, Stresa.

Ha collaborato con l’Accademia Internazionale Superiore di Biella come pianista accompagnatrice dal 1990 al 2006. In questo periodo ha lavorato nelle classi di Antonio Meneses (primo premio al Tchaikowski di Mosca e all’ARD di Monaco), Corrado Romano, Jaques Mauger,  Ana Chumachenko, Giuseppe Ettorre (primo contrabbasso della Scala di Milano), Peter-Lukas Graf, Guy Touvron, Paolo Grazia.

Ha lavorato anche in ambito organizzativo come Direttore di Produzione presso l’Orchestra Filarmonica di Torino dal 2004 al 2006.