DIVINA UMANITA'
29/6 - 1/7 Mostra Collettiva
I LIBRI ILLEGGIBILI Mostra personale D.TOZZOLI 29/6 - 7/7








 

L’Associazione Culturale Ossimoro ospita dal 29/6 al 1/7 una collettiva di illustratori, collagisti ed artisti contemporanei della residenza creativa         “IL PURGATORIO”, sul tema dantesco della Divina Commedia, in concomitanza con la mostra personale “LIBRI ILLEGIBILI” di Dario Tozzoli,
dal 29/6 al 7/7, una raccolta di opere materiche, create con libri antichi,
che l’artista con ricerca e invenzione ha trasformato in opere d’arte da leggere in modo diverso con la forza dell’immagine e dell’immaginazione.

Quando:   29 Giugno - 7 Luglio 2018

Inaugurazione: INAUGURAZIONE Venerdì  29 Giugno ore 18,30

Durante la serata :
Lo scrittore Christian Grasso presenterà il suo libro  "La Divina Umanità - Inferno. Una nuova chiave di lettura dantesca", in cui l’autore si propone il compito che secoli orsono aveva animato ed infiammato l’anima ed il cuore di Dante Alighieri di risvegliare la Coscienza degli individui ed “avvisarli” di ritornare a Dio.

Claudio Lorenzoni creatore e curatore del Museo a Cielo Aperto di Camo e della residenza creativa il Purgatorio, accompagnerà nell’ interpretazione delle opere  a lui affidate.

Cinzia Sauli curatrice e presidente dell’ Associazione OSSIMORO presenterà Dario Tozzoli e la sua mostra personale “ LIBRI ILLEGIBILI”.

DARIO TOZZOLI
Dario Tozzoli Nato a Cuorgnè (TO) vive a Castelnuovo Nigra (TO).
Laurea Magistrale in Filosofia conseguita presso l’Università degli Studi di Torino con la tesi: “ARTE COME CURA E CURA COME ARTE – Tecniche creative, artistiche ed espressive in un modello terapeutico integrato”.       
Dal 1983 si occupa di arte con opere contermporanee di pittura e scultura, scrive poesie e racconti, si occupa di teatro come attore e sceneggiatore.

Sorti nel 1988, risorti nel 2018 (per trent’anni sepolti e avvolti nei loro sudari) i LIBRI ILLEGGIBILI mantengono inalterato il segreto che occultano ma, nel loro silenzio sempre più eloquente, rivelano profeticamente – oggi più di allora – il destino del libro cartaceo e il “blocco del lettore”.  

Nell’epoca digitale il libro non schiude più le sue pagine come un fiore ma ritorna rotolo. Rotolo che, oggi, scorre piatto e in superficie dietro uno schermo luminoso. Di conseguenza anche la lettura sta cambiando forma e tale mutamento non può lasciare intatto il contenuto stesso del libro, qualunque esso sia. Il tempo meditativo richiesto dallo sfogliare le pagine (magari per sottolinearle, chiosarle, annotarle, disegnarle, ecc…) è sostituito da un tempo frenetico in accelerazione, sempre più veloce e insufficiente, che condiziona la lettura con la fretta e appiattisce i significati, anche i più profondi e poetici, sotto il segno infausto (per l’anima) dell’approssimazione e della banalità.  

I LIBRI ILLEGGIBILI

richiamano l’attenzione sull’essenza stessa del libro (essere aperti per manifestare il loro contenuto) proprio sottraendosi alla possibilità di essere dischiusi e sfogliati, comunicando così il loro muto dissenso nei confronti di una lettura sempre più declinata alla superficialità e ammiccante alla chiacchiera quotidiana.

La mostra sarà fruibile:

dal lunedì al giovedì 11,00 - 18,00
venerdì e sabato 15,00 - 20,00.